SEI SU AUTOCERTIFICAZIONE


L’AUTOCERTIFICAZIONE


Che cos'è l'autocertificazione ?

E' una dichiarazione che l'interessato redige e sottoscrive nel proprio interesse su stati, fatti e qualità personali e che utilizza nei rapporti con la P.A. e con i gestori di pubblici servizi.
Nel rapporto con un soggetto privato il ricorso all'autocertificazione è rimandato alla discrezionalità di quest'ultimo.
Tale dichiarazione può sostituire le normali certificazioni e gli atti notori.

1. Quali sono le dichiarazioni che sostituiscono le certificazioni ?
L'art.46 del D.P.R. 445/00 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” prevede i casi in cui si può ricorrere all'autocertificazione:

2. Quali sono le dichiarazioni che sostituiscono gli atti notori ?

Quale è la validità delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni e atti notori ?

Quali sono i casi in cui è prevista solo l'autocertificazione ?

Come si può fare l'autocertificazione ?

Come si presenta una copia autentica di un documento ?

L'autenticazione di un documento può esser fatta dal responsabile del procedimento o dal dipendente competente a ricevere la documentazione esibendo l’originale senza obbligo di depositarlo presso l'amministrazione. Naturalmente la copia autentica va usata solo per il procedimento in corso.

Quando l'autocertificazione non è ammessa ?

Per i certificati MEDICI, SANITARI, VETERINARI, DI ORIGINE, DI CONFORMITA' ALL'UNIONE EUROPEA, MARCHI, BREVETTI. I certificati medici e sanitari richiesti dalle istituzioni scolastiche per pratica di attività sportiva non agonistica sono sostituiti con un unico certificato di idoneità alla pratica non agonistica rilasciato dal medico di base con validità di un intero anno scolastico

In quali casi le amministrazioni non devono più chiedere i certificati ai cittadini ?

Quando l'amministrazione può acquisire d'ufficio i documenti ?

Quando le amministrazioni ritengono necessario acquisire dei dati diversi da fatti relativi a cambiamento di stato civile, per particolari motivi inerenti alle proprie finalità. La trasmissione di dati tra le amministrazioni può avvenire anche attraverso sistemi informatici e telematici garantendo il diritto alla riservatezza delle persone

Che succede per coloro che non sanno o non possono firmare una dichiarazione ? (ART.4 T.U.)

L'amministrazione dovrà accertare l’identità del dichiarante e menzionare la causa dell’impedimento a sottoscrivere la dichiarazione. La dichiarazione nell'interesse di chi si trovi in una situazione di impedimento temporaneo, per ragioni connesse allo stato di salute, è sostituita dalla dichiarazione, contenente espressa indicazione dell'esistenza di un impedimento, resa dal coniuge o, in sua assenza, dai figli o, in mancanza di questi, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado, al pubblico ufficiale, previo accertamento dell'identità del dichiarante

Le modalità di autocertificazione si applicano anche ai cittadini stranieri ? (ART.3 T.U.)

Quali sono le sanzioni per i cittadini ? (ARTT. 75 E 76 T.U.)

Se le amministrazioni hanno dubbi sulla veridicità delle autocertificazioni sono tenute ad effettuare i controlli necessari. Le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l'uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Il dichiarante inoltre decade dai benefici even1ualmente conseguiti da provvedimenti sulla base di dichiarazioni non veritiere.

Quali sono le sanzioni per gli impiegati che non accettano l'autocertificazione ? (ART.74 T.U.)

L'impiegato responsabile incorre nella violazione dei doveri d'ufficio nei seguenti casi: Per informazioni presso questa Procura: tel. 0187595585-590-448

Google
nel Web
nel Sito





Link utili



Normattiva - il portale della Legge vigente

Regione Liguria

Provincia della Spezia

Comune della Spezia

Camera di Commercio della Spezia

Questura della Spezia

Arma dei Carabinieri

Guardia di Finanza


Versione stampabile